EVENTI E INFORMAZIONI

La cascina

La cascina

L'origine etimologica del termine cascina è molto incerta: si presume che il termine possa derivare da “casina” (piccola casa) oppure dal latino “caseus”, che indicava il formaggio, dato che originariamente queste costruzioni possedevano tutte almeno una stanza per la lavorazione del latte. Questo concetto di luogo di produzione del formaggio è presente in numerosi documenti medievali con i termini di “casina”, “caxina” e “cassina” , termine, quest’ultimo che figura in documenti antichissimi dei re longobardi ante l’anno mille. Per alcuni potrebbe derivare anche dal latino “capsa” e cioè recipiente. Per altri potrebbe derivare dal termine “cascio” inteso come luogo dove si tengono e dove si pasturano le vacche per fare latte, burro e cacio. La stessa origine potrebbero avere le voci “casciaia”, graticcio su cui si ripongono le forme di cacio e “ cascino “ nome del cerchio di legno di faggio di cui si circonda il cacio appena fatto affinché assuma la forma rotonda. Cascina secondo il Vocabolario on line cascina s. f. [forse der. del lat. capsa «recipiente»; cfr., nel sign. di fabbricato rurale, il lomb. ant. cassina, forma già documentata nel lat. mediev.]. – 1. a. Nell’Italia settentr., complesso di fabbricati distinti (abitazioni, stalle, fienili, ambienti per la fabbricazione di cacio e burro, magazzini varî), raccolti intorno a un grande cortile. b. In Emilia, fienile che sovrasta la stalla, e anche il locale attiguo al caseificio, dove viene raccolto il formaggio grana prodotto in un’annata. c. tosc. Stalla per le vacche; luogo dove si fanno il cacio e il burro. A Firenze, le Cascine, vasto parco, con ippodromo e luogo di passeggio, così chiamato per le cascine che vi erano un tempo. 2. tosc. a. Cerchio di faggio dove si preme il latte rappreso per fare il cacio; cascino.

INTERAGISCI

Iscrizione newsletter
Segnalazioni
Blog
Facebook

PUBBLICITA'

Ridal Srl - p.i. 03413800164